Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il Cardinale Cristoforo Madruzzo e la stampa a Trento, 1549-1563

digital Il Cardinale Cristoforo Madruzzo e la stampa a Trento, 1549-1563
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2007 - 3
titolo Il Cardinale Cristoforo Madruzzo e la stampa a Trento, 1549-1563
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 03-2007
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Dato che la stampa si era dimostrata uno strumento idoneo alla propagazione di idee religiose, si ritenne importante che nella città sede del concilio generale, convocato per sanare i dissidi sorti nella Chiesa dopo la riforma, si esercitasse la tipografia. Trento purtroppo ne era in quel momento sprovvista. Il principe vescovo Cristoforo Madruzzo (1512-1578) intraprese dei passi per richiamare in città uno stampatore, Nicolò Bevilacqua da Termenago attivo a Venezia: ma il tentativo in prossimità del secondo periodo conciliare fallì. Fallì anche, alla vigilia della terza fase del Concilio, un secondo tentativo con Francesco Moscheni da Bergamo che teneva bottega a Milano. L’esistenza della tipografia ebraica di Jacob Marcaria a Riva del Garda fornì un utile supporto durante le ultime sessioni conciliari.

Consulta l'archivio