Il tuo browser non supporta JavaScript!

Battista Farfengo e Bonifacio da Manerba: un contributo archivistico alla storia della tipografia bresciana nel Quattrocento

digital Battista Farfengo e Bonifacio da Manerba: un contributo archivistico alla storia della tipografia bresciana nel Quattrocento
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2006 - 3
titolo Battista Farfengo e Bonifacio da Manerba: un contributo archivistico alla storia della tipografia bresciana nel Quattrocento
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2006
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

L’attività di Battista Farfengo, tipografo a Brescia dal 1489 al 1500, ha lasciato un’impronta, oltre che negli incunaboli pervenutici, anche in alcuni contratti d’affitto sottoscritti con il comune per una bottega tra il 1490 e il ’98. Il primo documento, finora sconosciuto, vede la partecipazione come garante della fideiussione di Silvestro Covi, già legato allo stampatore dalmata Bonino Bonini, e del testimone Bonifacio da Manerba, noto ai bibliografi perché finanziatore di un’edizione bresciana del 1482, sulla cui biografia è possibile offrire qualche nuova precisazione desunta da inedite fonti archivistiche.

Consulta l'archivio