Il tuo browser non supporta JavaScript!

AEVUM - 2006 - 3

digital AEVUM - 2006 - 3
Fascicolo digitale
rivista AEVUM
fascicolo 3 - 2006
titolo AEVUM - 2006 - 3
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Non ci sono informazioni per questo prodotto

Sommario

Frammenti di un ignoto codice trecentesco della Commedia con le Chiose Ambrosiane
di Maurizio Fiorilla, Paolo Valentini pagine: 30 € 6,00
Abstract
Frammenti di un ignoto codice della Commedia, esemplato alla fine del XIV secolo nell’Italia centro- settentrionale, sono stati recentemente rinvenuti nelle legature di due diversi volumi cinquecenteschi (uno è conservato presso l’Archivio di Stato di S. Marino, l’altro fa parte di una collezione privata). Il testo di Dante è accompagnato da commento marginale: si tratta delle Chiose Ambrosiane, anonimo commento di cui era finora noto un solo testimone antico (Milano, Ambr. C 198 inf.). L’analisi dei frammenti recuperati permette di ricavare nuovi elementi sul testo e sulla circolazione di questo corpus di glosse. Se ne dà descrizione ed edizione, rilevando le differenze rispetto all’Ambr. C 198 inf. Il codice di cui i frammenti facevano parte sembrerebbe essere stato esemplato in area marchigiana-romagnola (la stessa cui si muoveva l’autore delle Chiose Ambrosiane).
Battista Farfengo e Bonifacio da Manerba: un contributo archivistico alla storia della tipografia bresciana nel Quattrocento
di Simone Signaroli pagine: 8 € 6,00
Abstract
L’attività di Battista Farfengo, tipografo a Brescia dal 1489 al 1500, ha lasciato un’impronta, oltre che negli incunaboli pervenutici, anche in alcuni contratti d’affitto sottoscritti con il comune per una bottega tra il 1490 e il ’98. Il primo documento, finora sconosciuto, vede la partecipazione come garante della fideiussione di Silvestro Covi, già legato allo stampatore dalmata Bonino Bonini, e del testimone Bonifacio da Manerba, noto ai bibliografi perché finanziatore di un’edizione bresciana del 1482, sulla cui biografia è possibile offrire qualche nuova precisazione desunta da inedite fonti archivistiche.
Il Principe di Machiavelli e la lezione delle Familiares di Francesco Petrarca
di Francesca D'Alessandro pagine: 30 € 6,00
Abstract
Con l’intento di radicare il pensiero politico di Machiavelli nel terreno dell’Umanesimo, si pongono in rilievo i numerosi e significativi affioramenti nel Principe del dettato del Petrarca latino e delle Familiari in particolare. A sostegno dell’ipotesi che il Segretario fiorentino si sia direttamente accostato alle Familiari petrarchesche, viene offerto un quadro della circolazione dell’opera a Firenze, fra il XV e il XVI secolo, e portata alla luce l’altezza dell’insegnamento politico e morale, attribuita in quel tempo al Petrarca. Risulta così ridimensionata la frattura rispetto alla tradizione, che secondo alcuni studiosi caratterizza il Principe, di cui invece si sottolinea una coerenza etica e strutturale, garantita dall’auctoritas petrarchesca.
Di un’elegia latina di Marcantonio Amalteo in morte del Pordenone
di Antonio Ferracin pagine: 16 € 6,00
Abstract
Marcantonio Amalteo fu letterato e pedagogo di chiara fama, rappresentante di quel fertile ambiente culturale umanistico che venne a prodursi in Friuli nel secolo XV; compose prevalentemente epigrammi in lingua latina, rimasti in gran parte inediti. Vengono qui pubblicati il testo originale di un’elegia latina dedicata dall’Amalteo al pittore Antonio De Sacchis, noto come il Pordenone, ed il volgarizzamento compiuto dall’abate Angelo Dalmistro nel secolo XIX.
Poesia latina degli Amalteo
di Matteo Venier pagine: 30 € 6,00
Abstract
Tra i secoli XV e XVI la famiglia Amalteo si segnalò per la vocazione poetica di molti suoi membri, i più noti dei quali furono Paolo, Marco Antonio, Girolamo, Giovanni Battista e Cornelio. La loro produzione è contraddistinta da poemetti a carattere encomiastico, religioso e politico (ne è principale modello l’opera di Quinto Emiliano Cimbriaco), da poesie pastorali, e soprattutto da un interessante corpus di epigrammi faceti e sensuali, parte dei quali ispirati agli epigrammi dell’Anthologia Graeca. I carmina degli Amalteo ebbero cospicua diffusione e risonanza, e in special modo furono apprezzati e imitati nei secoli XVIII e XIX dai poeti dell’Arcadia.
Giocasta, un volgarizzamento euripideo di Lodovico Dolce (1549)
di Pietro Montorfani pagine: 24 € 6,00
Abstract
The Venetian “poligrafo” and playwriter Lodovico Dolce (1508-1568), author of many tragedies and comedies inspired both from Greek and Latin sources, proposed in 1549 along with his Giocasta a new version of Euripides’ Phoenician Women. Looking at the Latin translation by Doroteo Camillo - Collinus (because Dolce didn’t know Greek), changing the title, adding some characters and, above all, writing a text as comprehensible as possible for the Renaissance readers, he was able to produce a tragedy typical of the Mid-Sixteenth Century in Italy, where the Classical heritage is ingrained in the memory of the first tragic attempts of the Italian Renaissance, following a “canon” already set by Trissino, Rucellai, Giraldi and Aretino.
«Membrane Archinti». Un frammento del Filocolo recuperato da Pietro Mazzucchelli
di Giuseppe Frasso pagine: 28 € 6,00
Abstract
Pietro Mazzucchelli, che nel 1823 sarebbe diventato prefetto della Biblioteca Ambrosiana, dopo aver recuperato dalla legatura di un volume appartenuto alla biblioteca Archinto, alcuni frammenti del Filocolo di Boccaccio, propose a Giuseppe Acerbi, direttore della «Biblioteca Italiana», di stamparne la trascrizione sulla rivista. L’Acerbi, data l’eccessiva lunghezza del contributo, dovette rifiutare la proposta, seppur con rammarico; restituì dunque il lavoro al Mazzucchelli che lasciò quelle carte, con altri suoi numerosissimi appunti, all’Ambrosiana. Recuperata la trascrizione del Mazzucchelli, la si studia, si cerca di illustrare il metodo di lavoro del laborioso bibliotecario e si esamina infine il testo del frammento, alla luce dell’ultima edizione del Filocolo.
Notes on the earliest editions of Eugenius of Toledo: some manuscripts that never existed
di Alberto Paulo Farmhouse pagine: 18 € 6,00
Abstract
In the history of the edition of Eugenius of Toledo’s works, we have allusions to ‘lost’ manuscripts, which, as often happens, never existed. In the editio princeps, we can see that no independent, and lost, manuscript is the source of Jacques Sirmond for editing poem 26, peculiarly added at the end of the carmina; therefore, its variants, which have been used by later editors, are worthless. The edition of the 16th-century Spanish scholar Ruiz Miguel de Azagra has never been printed, but a copy of a draft version corresponding uniquely to Eugenius’ Dracontiana has been identified. It is difficult to prove that any lost manuscript is involved in Azagra’s editorial work; and in spite of the references by later authors to his work on the carmina, we still lack evidence that it ever existed.
Trasformazioni dell’Arcadia antica. La Sabina di Orazio nella pittura di Jakob Philipp Hackert
di Bettina Rommel, Gregor Vogt-Spira pagine: 18 € 6,00
Abstract
Il ciclo Dieci vedute della tenuta di campagna di Orazio di Hackert, dipinto nel 1780 e poi, mediante incisioni, diffuso per tutta l’Europa, introduce un mutamento al concetto classico dell’Arcadia e assume così un valore indicativo per le trasformazioni estetiche del ’700. Il contributo esamina la base epistemica osservando le strutture comuni di paesaggistica e d’interpretazione contemporanea di Orazio. Si mostra l’innovativa struttura rappresentativa del ciclo che Hackert adatta ad una passeggiata: dall’interazione fra lo sguardo e il movimento risulta un paesaggio tanto evidente agli occhi quanto immaginario e non visibile, prodotto quindi dalla pittura e dalla poesia.
La questione dell’etimologia del lessema italiano nicchia
di Romano Sgarbi pagine: 4 € 6,00
Abstract
Sottoposti ad analisi etimologica, i lessemi italiani nicchia (“cavità muraria”), nicchio (“cavità muraria” e “conchiglia”), finora trattati con incertezze e confusioni, sul piano dell’uso semiotico risultano diatopicamente e diastraticamente distinti pur nell’unità del morfema radicale dominato iconicamente da una forte istanza deittica che sta alla base della lessicalizzazione dei rispettivi sintagmi composizionali *ni *sd-i-c-el-a/o-.
Ezio Franceschini e Robert Weber: l’edizione della Peregrinatio Aetheriae
di Claudio Leonardi pagine: 12 € 6,00
Abstract
Nel 1965 Ezio Franceschini pubblicò nel Corpus Christianorum, assieme a Robert Weber, l’edizione critica dell’Itinerarium Egeriae. Sono qui presentate due missive che documentano la discussione accurata, riguardo a punti dubbi, intercorsa tra i due studiosi: in questione sono la lettura di parole poco chiare nel manoscritto e emendamenti da apportare.
Ezio Franceschini "profugo da Tolentino" e il progetto di edizione del Processo di canonizzazione di s. Nicola
di Nicola Raponi pagine: 32 € 6,00
Abstract
In occasione di alcuni viaggi effettuati nelle Marche agli inizi degli anni Quaranta del Novecento, per partecipare a convegni scientifici e per promuovervi la “Giornata universitaria” destinata a raccogliere offerte per l’Università Cattolica, Ezio Franceschini visitò il Convento agostiniano di Tolentino e ne frequentò la Biblioteca, dove era conservato un prezioso codice del Sommario del Processo di canonizzazione di s. Nicola da Tolentino (1245-1305), svoltosi nel 1325. Franceschini ne caldeggiò subito la pubblicazione proponendo di includerlo nella collana Orbis Romanus, edita da Vita e Pensiero. Stabilì uno stretto rapporto con la comunità agostiniana tolentinate, con il Priore e Provinciale padre Giuseppe Giuli, e con alcune esponenti del mondo cattolico locale, le sorelle Catinelli (una delle quali era la delegata dell’Università Cattolica per la diocesi di Tolentino), presso le quali Franceschini era ospite quando si recava a Tolentino. Questi contatti e l’interesse di Franceschini per la figura del Santo tolentinate sciolgono l’interrogativo sul perché, per la carta d’identità falsa usata nel periodo di clandestinità durante la Resistenza, abbia scelto di figurare come “Andrea Zanoni, nato a Tolentino”. Le sollecitazioni di Franceschini hanno portato infine, nel 1984, all’edizione critica integrale del Processo per la canonizzazione di s. Nicola, curata da Nicola Occhioni (pubbl. dai Padri Agostiniani di Tolentino in collaborazione con l’École Française de Rome).
Ezio Franceschini e l’editrice Vita e Pensiero
di Paola Sverzellati pagine: 18 € 6,00
Abstract
Circa cinquant’anni durò il sodalizio tra Ezio Franceschini e la casa editrice dell’Università Cattolica Vita e Pensiero, alla quale il professore e rettore dell’ateneo affidò la pubblicazione di contributi numerosi e assai diversificati: rigorosi studi scientifici, riflessioni sulla storia e sulla cultura, interventi istituzionali, favole affondavano saldamente radici comuni in una continua e serrata ricerca spirituale, capace di animare percorsi e linguaggi solo apparentemente lontani.

Cronaca

Presentazione degli studi in memoria di Agostino Sottili
pagine: 24 € 6,00
Abstract
La presentazione della Festschrift per Agostino Sottili (1939-2004) si è configurata in parte anche come commemorazione: a questo ha dedicato il suo intervento il prof. Paul Gerhard Schmidt, fra i curatori dei volumi. Qui pubblichiamo questo intervento e le relazioni con le quali i professori Rino Avesani, Paolo Cherubini, Marc Laureys hanno presentato i contenuti scientifici dei due volumi, pubblicati nella collana del Dipartimento di Studi medioevali, umanistici e rinascimentali: Margarita amicorum. Studi di cultura europea per Agostino Sottili, a cura di FABIO FORNER - CARLA MARIA MONTI - PAUL GERHARD SCHMIDT, I-II, Milano, Vita e Pensiero, 2005 (Bibliotheca erudita, Studi e documenti di storia e filologia, 26), pp. LXX-1211.
Nel centenario della nascita di Ezio Franceschini
di Mirella Ferrari pagine: 32 € 6,00
Abstract
Il 13 dicembre 2006 è organizzata dall’Università Cattolica una giornata commemorativa per il centenario della nascita di Ezio Franceschini (25 luglio 1906 - 21 marzo 1983). Sono presentati i quattro volumi pubblicati o ristampati per l’occasione dalla Editrice Vita e Pensiero. I due nuovi, Per Ezio Franceschini nel centenario della nascita. Ricordi, lettere, profilo e E. Franceschini, Lettere a Raffaele de Cesare, sono spunto per fornire uno status quaestionis riguardo alla bibliografia su e di Franceschini. Per introdurre le ristampe dei racconti E. Franceschini, La valle più bella del mondo e Parole come sabbia è tracciata una breve storia editoriale di questi due fortunati volumi, con l’aiuto anche di documenti d’archivio.
Recensioni
pagine: 38 € 12,00
Abstract
M. Danzi, La biblioteca del cardinal Pietro Bembo (G. Frasso) - A. Nuovo - C. Coppens, I Giolito e la stampa nell’Italia del XVI secolo (E. Sandal) - J. Pirozynski, Zofia Jagiellonka (1522-1575) i jej ksiegozbiór (J.W. Wos) - Dante historiato da Federigo Zuccaro e Commentario all’edizione in fac-simile, a c. di A. Mazzucchi (L. Azzetta) - A. Bottacin, Stendhal e Firenze (R. de Cesare) - S. Fornara, Breve storia della grammatica italiana (M. Colombo) - L. Serianni, Un treno di sintomi. I medici e le parole: percorsi linguistici nel passato e nel presente (M. Colombo) - Storia della letteratura polacca, a c. di L. Marinelli (W. Jekiel) - A. Wildová Tosi, Bibliografia delle traduzioni e studi italiani sulla Cecoslovacchia e Repubblica Ceca (1978-2003) (J. Kresálková)
Annunzi bibliografici
pagine: 22 € 6,00
Abstract
M.L. King, Humanism, Venice, and Women. Essays on the Italian Renaissance (V. Grohovaz) - G. Ghinassi, Dal Belcalzer al Castiglione. Studi sull’antico volgare di Mantova e sul «Cortegiano», a c. di P. Bongrani (M. Colombo) - I. Tancon, Lo scienziato Tito Livio Burattini (1617-1681) al servizio dei re di Polonia (C. Viola) - J. Sévillia, Quand les catholiques étaient hors la loi (J.W. Wos), p. 969 - E. Pigni, L’Ordine della Corona di Ferro, 1805-2005 (R. de Cesare) - P.M. Prosio, Stendhal e altri viaggiatori a Torino (R. De Cesare) - A. Brambilla, Professori, filosofi, poeti. Storia e letteratura fra Otto e Novecento (G. Frasso) - L. Simoni Varanini, Bruno Nardi a Pescia: il carteggio con Giuseppe Prezzolini (E. Rondena), p. 973 - Disbound and Dispersed: The Leaf Book Considered (E. Sandal) - H. Minczeles, Une histoire des Juifs de Pologne. Religion, culture, politique (J.W. Wos) - C. Marazzini, Le fiabe (C. Milani) - La potenza della parola. Destinatari, funzioni, bersagli a c. di S. Beta (C. Milani) - Educazione linguistica e educazione letteraria. Intersezioni e interazioni, a c. di C. Lavinio (C. Milani) - Acquisizione e mutamento di categorie linguistiche, a c. di L. Costamagna - S. Giannini (C. Milani) - Itinerari linguistici alpini, a c. di M. Pfister - G. Antonioli (C. Milani) - Italia linguistica: discorsi di scritto e parlato. Nuovi studi di Linguistica italiana per Giovanni Nencioni, a c. di M. Biffi, O. Calabrese, L. Salibra (C. Milani) - R. Bombi, La linguistica del contatto. Tipologie d’anglicismi nell’italiano contemporaneo e riflessi metalinguistici (C. Milani) - D. Crystal, La rivoluzione delle lingue, trad. it. di B. Fiorino (C. Milani) - L. Ceci, Lezioni di linguistica generale, a c. di T. De Mauro - F.M. Dovetto (C. Milani) - T. De Mauro, Parole di giorni lontani (C. Milani) - H.W. Haller, Tra Napoli e New York (C. Milani) - The History of English and the Dynamics of Power, a c. di E. Barisone, M.L. Maggioni, P. Tornaghi (C. Milani) - R. Bombi, L’e-learning e la sua lingua speciale (P. Pontani)
Libri ricevuti
pagine: 3 Scarica
Permalink per :

Consulta l'archivio

Pinterest