Il tuo browser non supporta JavaScript!

Miriam Rita Tessera

Libri dell'autore

Il sogno del re: Amalrico di Gerusalemme, Bernardo di Clairvaux e la reliquia della Vera Croce digital
formato: Articolo | AEVUM - 2013 - 2
Anno: 2013
The latin kings of Jerusalem used to send relics of the True Cross to ecclesiastical institutions and prominent laymen in the West as sign of their sacred power and of the needs of the Holy Land. This practice was fostered by king Amalric (1163-1174) who sent a precious pectoral cross to the abbey of Clairvaux after the battle of al-Babein in 1167, when the king was admonished and saved from death by a vision of saint Bernard himself. The text of the whole story (In memoria aeterna) was written on a parchment attached to the precious reliquiary – now lost – made in Clairvaux, but it was also preserved by several manuscripts of the Vita prima sancti Bernardi. A longer version of this text was copied among the letters of canonization of Bernard of Clairvaux in the Clairvaux manuscript Troyes, Mediathe`que du Grand Troyes 6, ff. 2r-3r; this copy is of particular interest both for the crusader propaganda and for the shaping of Bernard’s image in Clairvaux on the eve of a major crisis of the Cistercian identity.
€ 6,00
I testamenti di Manfredo Oculiblanci, canonico di S. Ambrogio di Milano (1203) digital
formato: Articolo | AEVUM - 2006 - 2
Anno: 2006
Il 18 e 19 marzo 1203 prete Manfredo Oculiblanci, canonico di S. Ambrogio, dettava le sue disposizioni testamentarie, conservate in due pergamene oggi nel fondo del Capitolo di S. Ambrogio presso l’Archivio di Stato di Milano. L’esame dei due documenti consente di ricostruire la carriera ecclesiastica di Manfredo, le sue importanti relazioni con il capitolo canonicale la superstantia e la custodia della basilica di S. Ambrogio, nonché gli stretti legami che univano il clero milanese all’inizio del XIII secolo. Infine, l’attività privata di Manfredo, testimoniata da un gruppo di pergamene relative a compravendite di terre in Bazana, nel contado milanese, permette di inserire la famiglia Oculiblanci nel vivace quadro dei ‘nuovi’ ceti cittadini e dei loro rapporti con la canonica di S. Ambrogio.
€ 6,00
Dalla liturgia del Santo Sepolcro alla biblioteca di Sidone: note sulla produzione libraria latina di oltremare nel XII-XIII secolo digital
formato: Articolo | AEVUM - 2005 - 2
Anno: 2005
La produzione libraria dei secoli XII-XIII negli stati latini d’Oriente, sebbene oggetto di recenti indagini storiografiche, attende ancora di essere compiutamente studiata nel suo complesso. Si propongono alcuni temi di ricerca: la datazione dei primi codici superstiti di Oltremare; l’importanza di Antiochia come centro culturale sotto il pontificato di Aimerico di Limoges (circa 1142-1196), testimoniata dall’opera di Ugo Eteriano e Stefano il tesoriere; i marginalia di argomento crociato in codici ‘orientali’; la ricostruzione della biblioteca di Sidone e del suo notevole valore per la vita intellettuale degli stati franchi.
€ 6,00
Memorie d’Oriente: la traslazione del braccio di san Filippo a Firenze nel 1205 digital
formato: Articolo | AEVUM - 2004 - 2
Anno: 2004
Nel 1205 giunse a Firenze la reliquia del braccio di san Filippo, il cui invio era stato voluto dal patriarca di Gerusalemme Monaco, di origine fiorentina. Attraverso l’analisi dell’Instrumentum translationis redatto per l’occasione, della sua tradizione manoscritta e degli echi che la traslazione della reliquia produsse nelle cerimonie liturgiche cittadine viene messo in luce il valore politico e spirituale che le reliquie provenienti dalla Terrasanta assunsero dall’inizio del XIII secolo per la lotta contro l’eresia e la costruzione dell’identità civica di Firenze, innalzata alla dignità di “nuova Gerusalemme”.
€ 6,00
Recensioni - Articolo 3 digital
formato: Articolo | AEVUM - 2001 - 2
Anno: 05/2001
€ 6,00
Recensioni - Articolo 6 digital
formato: Articolo | AEVUM - 2000 - 2
Anno: 05/2000
€ 6,00