Il tuo browser non supporta JavaScript!

Un profilo dell’attore Teodoro di Atene

digital Un profilo dell’attore Teodoro di Atene
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2007 - 1
titolo Un profilo dell’attore Teodoro di Atene
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2007
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Si analizzano 28 testimonianze letterarie, epigrafiche e archeologiche per ricostruire un profilo dell’attore Teodoro di Atene, uno dei protagonisti delle scene teatrali in Atene e fuori Atene nella prima metà del IV sec. a.C.: 18 testimonianze sono riconosciute come certe, 4 sono proposte con un margine di dubbio in riferimento ad altri possibili Teodori, 6 testimonianze precedentemente attribuitegli vengono escluse. Teodoro sceglieva quali parti recitare in vista di una maggiore presa sul pubblico, vinse più volte come migliore attore alle Lenee e alle Grandi Dionisie di Atene, si esibì anche fuori (vinse sicuramente un concorso a Taso e recitò davanti al tiranno Alessandro di Fere in Tessaglia), ripropose in scena le grandi tragedie del V sec. a.C. (un uso ripreso dal 387-86 a.C.), fu uno dei protagonisti dell’iniziativa sempre più diffusa di interpretare brani tragici (estrapolati dai contesti) durante i simposi, ebbe come tritagonista l’oratore Eschine, e attorno a lui fiorirono aneddoti e leggende. Aristotele (suo più giovane contemporaneo) è il primo a parlare della sua capacità eccezionale di esprimere una recitazione del tutto naturale. Lo studio comprende alcune considerazioni su bassorilievi e raffigurazioni vascolari che riproducono maschere teatrali, con particolare attenzione alla maschera dell’uomo vecchio (pappos protos) e alle raffigurazioni di attori che fissano la propria persona, con un riferimento al fenomeno dell’empatia dei neuroni a specchio (una recente scoperta scientifica in campo neurologico che potrebbe dare un significato funzionale all’osservazione della maschera da parte dell’attore).